Società

Chi Siamo

Cantine Settesoli è una cooperativa di 2.000 soci e produce la più ampia varietà di uve in Sicilia – 36 cultivar – su 6.000 ettari di vigneto, il 7% dell’intera superficie vitata nell’Isola; 1.000 ettari sono coltivati in biologico.

La produzione annuale è di 20 milioni di bottiglie, l’export rappresenta il 43% del fatturato e raggiunge 45 Paesi nel mondo. Il 70% delle 5.000 famiglie del Distretto delle Terre Sicane, in provincia di Agrigento, è coinvolto a vario titolo nell’attività dell’azienda, coltivando vigneti e futuro per un vino dalla Sicilia verso il mondo.

Company Profile

PDF - 4,14 MB

Sfoglia

Il Logo

Il logo corporate di Cantine Settesoli racchiude anch’esso in sé i concetti di comunità, unione e cooperazione, unitamente a quelli di crescita, energia, natura e sostenibilità. Caldo, evocativo e colorato ma al tempo stesso pulito ed elegante, il logo è legato al Pay off: “Cantine Settesoli viticoltori in Sicilia dal 1958”.

Il messaggio del Presidente

“Cantine Settesoli è un modello virtuoso di cooperazione che produce rispettando il territorio e le persone. Continuerà ad avere successo anche in futuro se agiamo oggi per implementare strategie che  promuovano verso la nostra visione condivisa di ciò che vogliamo che sia quel futuro. Mentre il mercato globale ed il settore vitivinicolo subiscono una crescita e cambiamenti strutturali, dobbiamo identificare imperativi strategici, in linea con la nostra visione, che possono essere sviluppati in iniziative specifiche per migliorare la produttività e la redditività.

Dal 1958, Cantine Settesoli ha lavorato alla costruzione di un’azienda solida che è cresciuta in maniera esponenziale creando marchi globali e distribuendo vini in tutto il mondo. Ora, con l’aumentare della concorrenza, si devono raddoppiare gli sforzi per garantire che l’azienda occupi una posizione esclusiva nella mente del consumatore, creando punti di differenziazione sostenibili che la rendano i vini prodotti la scelta del consumatore in un mercato sempre più affollato e frammentato.

Il posizionamento “premium” dei nostri vini, supportato da una produzione costantemente di alta qualità che viene consegnata ai consumatori, è al centro della nostra strategia a lungo termine. A completare e rafforzare questa strategia sono la ricerca sulla produzione, la sensibilizzazione dei viticoltori, la difesa su questioni chiave e l’efficienza organizzativa, che contribuiscono alla sostenibilità del settore.

La governance aziendale si impegna a ottimizzare la remunerazione del coltivatore e a fare tutto il possibile per il business vivo, in evoluzione e prospero per tutto il territorio”.

Giuseppe Bursi